venerdì 9 maggio 2008

MADRE di Maria Luisa Vanacore

MADRE
E' un fiume in piena
che giunge e ti scalda il cuore
è un turbine che irrora le tue vene
una voce che penetra l'animo
è la persona che più ti è vicina
un vento impetuoso che avvolge
è l'essere che tu vorresti diventare
apre ogni porta chiusa per te
è il lasciapassare della tua vita
asciuga ogni lacrima del tuo viso
è il lavacro dell'anima tua
prega perchè tu possa star bene
è il canto che giunge dal cielo
musica per le orecchie, melodia d'amore
è il soffio che genera vita
alita e pulsa in te, espande energia
è la scala che conduce in alto
angelo provvido a te donato da sempre
è tua madre!
Maria Luisa Vanacore

2 commenti:

pippo ha detto...

Congratulazioni per la tua dolce e commovente poesia in omaggio alla mamma.Come ben sai la poesia fa parte del divino che è in noi. Alda Merini per mia fortuna , mi ha trasmesso le emozioni giuste per poter giudicare serenamente i versi che contengono il pathos giusto che vibra nelle vene.
Giuseppe La Delfa

pippo ha detto...

Caro armando , grato per il tuo lavoro certosino per il blog, per il tuo grande altruismo e per per attivato un cenacolo di serie A a Siracusa. Pippo La Delfa