sabato 24 maggio 2008

JE' PRIMAVERA di Lucia Campisi

JE' PRIMAVERA
jè primavera!
Chi miravigghia do' criatu!
'A natura iè 'n festa
Lu suli javi 'na luci chiù luminusa
lu ventu accarizza duci, duci tutti li cosi.
l'aceddi cantunu filici supra l'arbuli
chini di gemmi nichi nichi,
ca si rapunu o' tiepidu suli stancu di' primavera,
di ciuri variupinti culurati sunu tanti ne' campi
e fanu capulinu a' tutti quanti
l'animali su cuntenti
picchì manciunu 'i fili d'erba virdi
e sunnu risulenti.
Macari 'u me cori s'arrusbigghia
comu si fussi 'u primu amuri,
ca mi fa sunnari, mi fa fantasticari
e sugnu filici tra cielu e mari.
'U me' cori iè chinu di preju
di fremiti, suspiri d'amuri,
e provu tanta felicità quannu 'u viru
e quannu iddu camina vicinu a mia.
Staiu vivennu 'nta 'nu munnu di favula
tuttu viru e tuttu sonnu cu tanta puisia,
e cu l'occhiu di 'na picciridda
assitata di tantu, di tantu amuri ppi tia.
Chista iè l'unica cuntintizza di la vita
quannu si ama e si è riamati,
pirchì 'na 'sti attimi filici
si binidici Diu pp'avirini criatu.

Lucia Campisi

1 commento:

GIUSEPPE ha detto...

E' la poesia n° 1 della Poetessa SIRACUSANA Lucia Campisi , dove l'amore per la natura accompagnati dai sentimenti nobili verso il creato e per il prossimo fanno da cornice nel suo verseggiare in vernacolo.

GIUSEPPE LA DELFA